Roentgen e i raggi X

Nel 1895 il tedesco Wilhem Roentgen fece, senza volere, fece una scoperta rivoluzionaria: i raggi X.
Stava facendo un esperimento che aveva bisogno della massima oscurità e si accorse che un foglio su un tavolo vicino diventava fluorescente, si illuminava al buio. Capì poi che a fare illuminare il foglio erano state delle radiazioni che nessuno aveva mai visto: le chiamò raggi “X” proprio perché non le conosceva e non sapeva come classificarle.
Con i raggi X si possono fare le radiografie (fotografie delle ossa).
Così il medico può vedere dentro al corpo umano senza aprirlo chirurgicamente.
Però la continua esposizione ai raggi X è pericolosa per il nostro organismo

Radiografia della mano di Alfred von Kölliker eseguita da Röntgen

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in scienze, storia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...