L’Artigianato nel Neolitico

Nel Neolitico l’invenzione della ceramica offrì il modo di conservare il cibo in comodi recipienti. Le donne impararono a impastare l’argilla, un tipo di terra. L’impasto di argilla era molto morbido e facile da lavorare. Così si potevano produrre recipienti di forme, dimensioni ed usi diversi: vasi, ciotole e piatti. Gli oggetti erano poi cotti in forno e diventavano resistenti e impermeabili.
I recipienti in terracotta sostituirono in parte quelli di legno e di pelle.

Con l’allevamento delle pecore le donne impararono a usare la lana per fabbricare indumenti. Rigiravano tra le mani la lana per ottenere dei sottili fili che potevano essere intrecciati con un oggetto che si chiama telaio. Nacque la tessitura e gli abiti di pelle furono sostituiti da abiti di tessuto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in storia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...