Roc

Un cigolio sinistro mi svegliò all’improvviso mentre stavo riposando nel mio comodo letto.
Mi svegliai e vidi un uomo molto strano, tutto rosso. Si chiamava Roc.
Disse subito che non voleva farmi del male, ma io non ci credevo. Accese la luce, lo vidi bene: era grasso, pantaloni abbastanza corti e maglietta corta ed infatti gli era stretta. Ma non mi disse da dove veniva. Era mezzanotte e la luna splendeva nel cielo insieme alle stelle. Sembrava molto simpatico e carino.
Poi mi chiese:« Vieni a giocare con me?»
Io gli risposi di sì, ma poi mi venne in mente che fuori c’era buio.
Per fortuna aveva una pila che poteva illuminare tutto il parco giochi senza svegliare chi dormiva. E io fui davvero molto felice. Giocammo e ci divertimmo per moltissimo tempo, ma ad un tratto si mosse un cespuglio e saltò fuori il mio coniglietto Carotino insieme al suo fratello Puffy. Roc subito ebbe paura e si nascose dietro di me. Ma subito dopo si tranquillizzò quando gli dissi che erano i miei coniglietti da compagnia e divennero presto amici.
Dopo chiesi una cosa a Roc: «Vuoi venire ad abitare insieme a me?» Lui mi rispose di sì.
Io mi trasferii e andai in una casa insieme a Roc, Puffy e Carotino.Potevano fare tuttoquello che desideravano fare. E fu così che quello spavento servì a qualcosa: ad avere il mio migliore amico.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in racconti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...