Apache

Autore: Brian Burks.
Casa editrice: Mondadori.
Anno di edizione: 1998
Numero di pagine: 84
Argomento del libro: Tanto tempo fa c’era un giovane Apache, di nome Corri Coi Cavalli. Suo padre si chiamava Coltello Rosso.
Coltello Rosso partecipava alle razzie e poteva sedere con gli altri uomini e guerrieri intorno al fuoco, perché aveva partecipato a delle prove particolari per diventare uomo. E ora toccava a suo figlio Corri Coi Cavalli diventare guerriero.
Dopo qualche giorno Corri Coi Cavalli doveva superare le prove per diventare guerriero. La prima prova era fare il giro del monte vicino, e per essere sicuri che non imbrogliasse venne seguito dall’uomo saggio (l’uomo più saggio del paese).
Superò la prima prova.
Per la seconda, doveva combattere con il suo migliore amico Faccia Minuta con dei bastoni. All’inizio della prova Corri Coi Cavalli gettò a terra il bastone perché quello non era un gioco. Si faceva sul serio e lui non voleva far male all’amico. Ma Faccia Minuta cominciò a picchiare e allora Corri Coi Cavalli colpito dalla collera prese una gamba a Faccia Minuta, lo gettò terra e cominciò a tempestarlo di pugni. Poi si fermò perchè non voleva fargli male.
Il giorno seguente Corri Coi Cavalli partì per andare fino ai monti Candelaria. Coltello Rosso aveva detto a Corri Coi Cavalli di proseguire il suo percorso solo di notte. Verso l’alba avrebbe dovuto fare del fumo per attirare un uomo nascosto che gli poteva dare informazioni per arrivare fino ai monti Candelaria, però doveva spegnere subito per non attirare dei nemici. Aspettò tutto il giorno, ma l’uomo non si fece vedere. Stava diventando buio e allora Corri Coi Cavalli proeguì per la sua strada.
Vide una luce: erano tre minatori messicani con tre muli e un asino. Due uomini avevano dei vecchi fucili ad avancarica e un altro un fucile di grandissimo valore. Allora Corri Coi Cavalli aspettò che andassero a dormire e poi andò a slegare i muli e l’asino e rubò il fucile migliore. Ma gli uomini si svegliarono e i due cominciarono a sparare. Il giovane Apache scappò verso i muli che, impauriti dal rumore degli spari, fuggirono. Corri Coi Cavalli si dileguò di corsa e pensò che se avesse portato il fucile al padre forse non avrebbe dovuto arrivare fino ai monti Candelara, e infatti era così.
Dopo due giorni dovette partire per la quarta prova con Faccia Minuta e Geronimo e capo Nache per andare nella zona di Naso Lungo.
Dopo qualche giorno tornarono: Geronimo e un gueriero e Corri Coi Cavalli con il suo cavallo con in groppa Faccia Minuta, che aveva una gamba rotta. Medicarono la gamba di Faccia Minuta, e Corri Coi Cavalli diventò finalmente guerriero.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in recensioni. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Apache

  1. alberico ha detto:

    sono alberico minetti questa storia è bella

  2. Gina ha detto:

    Bello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...