Il brevetto di Maialbruco

C’era, tanto tempo fa, una città di nome Maialandia dove potevano entrare solo i maiali e non altri animali. Avevano anche le scuole e avevano un re di nome Maialtonto che aveva il castello di escrementi di maiale. Aveva trovato il modo per trasformarli in mattoni economici, resistenti e impermeabili. Il re voleva che chiudessero le scuole perché temeva che facessero studiare come costruire i castelli di escrementi. Voleva che fosse un segreto della sua famiglia.
Ma un giorno morì il re e gli succedette il figlio che si chiamava Maialbruco.
Maialbruco voleva svelare il segreto di suo padre e riaprire le scuole. Quando lo seppe suo nonno materno, re di Maialopoli, andò in Maialandia e lo rimproverò.
Maialbruco rispose a suo nonno: «Ho brevettato il segreto. Tutti i maiali potranno usare la nostra tecnica, ma dovranno pagare. Entro pochi mesi diventeremo ricchi e famosi».
E così avvenne. Parlarono di loro tutti i siti internet e i giornali del mondo e diventarono ricchissimi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in racconti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...