La zucca magica

In una casa ci viveva un ortolano che aveva un orto un po’ distante. Questo signore aveva molte zucche nel suo orto e una di quelle era magica: faceva gli incantesimi.
Una notte era andata dall’ortolano e voleva fare tanti incantesimi perché voleva essere considerata il frutto più buono, non la banana oppure la mela o l’arancia o la pera.
Arrivata a casa dell’ortolano era andata in camera sua e aveva visto che stava dormendo. Allora dai suoi occhi uscirono delle lunghe corde di erba e lo strinsero al collo. Intanto diceva: «Io sono la frutta migliore, io sono la più buona e nessun altro ha poteri come me».
Il povero ortolano *ass- una notte paurosa e il giorno dopo andò a prendere del concime per far crescere la zucca più grossa e più buona.
La seconda notte la zucca andò in giro per i campi, incontrò un enorme albero di mele e gli disse che lei era la più buona, che nessun altro era buono come lei e che tutti le dovevano obbedire.
Divenne sempre più grande, ma, quando l’ortolano le disse che era pronta per essere mangiate ed essere portata dal fruttivendolo, si spaventò e decise di fuggire.
Quella notte scappò dall’orto e andò a chiedere aiuto all’albero di mele. Ma quello rispose che non poteva aiutarla perché era stata cattiva con tutti anche con l’ortolano che l’aveva fatta diventare grossa e buona.
Ma la zucca non si pentì. Andò ancora in giro per i campi e, sotto un pino, trovò un posto per dormire.
Il giorno dopo l’ortolano si svegliò pensando che la sua zucca fosse pronta per essere portata dal fruttivendolo, ma la zucca non c’era più. L’ortolano era molto disperato perché per una zucca grossa come quella gli avrebbero dato dei soldi.
La zucca, però, si era pentita ed aveva deciso di tornare dall’ortolano
L’ortolano, quando la vide, fu molto contento, capì che doveva essere magica, decise di tenerla come amica e non la volle più vendere.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in racconti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...