Un fucile

In un paesino in via dei matti numero 0, in una bottega, c’era un fucile, ma non era un fucile qualsiasi: quando cercavi di sparare lui si girava e ti dava lo stesso dolore che provano gli animali e così sperava che gli uomini uccidessero meno gli animali. Ovviamente non tutti andavano a comprare un fucile in via dei matti numero 0 perché ormai l’avevano tutti. Ma un giorno un signore molto tonto di nome Ernesto volle comprare un fucile e gli capitò proprio quello magico. Visto che si vedeva molto evidentemente la sua tontità il commerciante esitò a darglielo, ma era il primo cliente dopo 40 anni. Così glielo diede addirittura ad un prezzo più alto, ossia 5000 €.
La domenica, il giorno che Ernesto preferisce per andare a caccia, trovò un cinghiale di circa 8 anni gli sparò e il fucile ebbe una senzazione e sparò due volte sulla faccia di Ernesto.
Ernesto  diventò amico del fucile perchè gli aveva insegnato a non uccidere più animali.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in racconti. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Un fucile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...