Il megaprof nella miniscuola

C’era una volta un megaprof. Purtroppo insegnava in una miniscuola. La scuola era tanto mini ed il prof era davvero mega, tanto mega che quando entrava rompeva la miniscuola e così i bambini non potevano fare lezione.
Ogni giorno la scuola era da ricostruire, ma, chissà perché, la facevano sempre mini.
Un giorno il megaprof vide una supermegacaramella e la mangiò. Era una caramella magica. Dopo pochi minuti divenne piccolo, addirittura micro: non riuscivano più a vederlo.
Il microprof entrò a scuola e disse: «Andiamo bambini. Vi porto a mangiare un gelato». I bambini avrebbero mangiato volentieri il gelato, ma non riuscivano a vedere il microprof. Prima lo cercò Fersilet, ma non lo vide. Poi provò Valentina e lo trovò piccolo, piccolo, piccolo in un angolino.
Come fare per il gelato? Così micro in gelateria non l’avrebbero neanche visto e ci avrebbero cacciato via.
Per fortuna c’ero anch’io ed avevo una collana antimagia. Me l’aveva regalata il mio papà. Bastava guardarla e la magia svaniva.
Il microprof tornò ad essere un megaprof e ci portò a mangiare il gelato. Purtroppo, però, ruppe di nuovo la scuola. Ma questa volta il sindaco ha deciso di ricostruirla grande grande.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in racconti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...